COME CI SI DIFENDE DAI MALANNI DI STAGIONE?

Come trattare, ma soprattutto come prevenire i malanni di stagione, che durante l’inverno si presentano come un appuntamento periodico che compromette la quotidianità.

15 dicembre 2020 Da
Dott.ssa Tiziana Persico

Raffreddore, febbre, mal di gola e influenza, sono tra i malanni stagionali, che si presentano in questo periodo. Molto spesso si cade nell’errore di pensare che sia il freddo a determinare la sintomatologia, ma sono invece gli sbalzi di temperatura a mettere a dura prova le nostre difese immunitarie. Spesso passiamo da ambienti estremamente caldi, come quelli delle case, degli uffici, al freddo della temperatura esterna. Gli ambienti casalinghi e lavorativi riscaldati presentano aria secca e poco umida, che determina disidratazione delle mucose. Questo determina un’incapacità di produzione di muco, che in condizioni normali, è utile ad impedire l’accesso ai virus ed ai batteri, respingendo verso l’esterno sostanze quindi estranee che altrimenti arriverebbero alle vie respiratorie più basse, i polmoni. Proprio per questo motivo i sintomi più comuni sono la congestione nasale, la laringite, il mal di testa, e non in ultimo la febbre.

 

Generalmente oltre che una terapia atta a placare ed a migliorare l’assetto sintomatologico, si consiglia, il riposo a letto, ma anche supporto e stimolazione del sistema immunitario.

Le piante medicinali utilizzati per il trattamento di queste particolari problematiche, possono agire prevalentemente con un meccanismo immunostimolante e batteriostatica, come ad esempio l’Echinacea, utilissima nella prevenzione ed il trattamento delle infezioni non complicate del tratto respiratorio superiore. Alcuni studi dimostrano che l’Andrographis abbia un’azione antipiretica simile al paracetamolo .

Utilissimi gli oli essenziali di Timo, Origano e Cannella che oltre ad avere un’azione balsamica, ed espettorante, hanno un’azione antibatterica.

Influvin risulta quindi essere un valido aiuto, non solo quando la sintomatologia è già in essere, ma anche a supporto preventivo. Anche la Dimetilglicina, contenuta all’interno del DMG-Gold, si è vista avere un’azione immunoadiuvante, migliorando le risposte immunitarie sia umorali che cellulo-mediate, permettendo anche un miglioramento dell’ossigenazione dei tessuti velocizzando il ripristino delle mucose.